preload

Atman Restaurant

Materia Umana

Non so dirvi un giorno in cui è nato l'Atman...un uomo sospirò così profondamente che alla fine di questo sospiro nacque un ristorante.

Io credo che nacque inaspettato come la brina e proprio come la rugiada non c'eravamo la sera; prima della notte.
Forse un uccello ha portato il seme che nella terra cresce, forse questa quercia che affonda le sue radici nell'argilla è opera di un passero o di un usignolo.
Non so dirvi altro sulla sua nascita, solo che nacque con un sogno...di giorno...ad occhi aperti…
ma so raccontarvi per filo e per segno perché visse...visse per noi, per chi qui è passato e c'è restato, anche non essendoci;
per le impronte di cuori sulle pareti, per i pezzi di anima di qualcuno che come un bicchiere che frange ha sparso le sue schegge qui.
Ci hanno insegnato ad amare in cucina e noi, lo vogliamo andare a fare sulla luna.


La Ricetta

1 cervello intero di Marco Cahssai

1 Kg di cuore e coraggio di Andrea Ciottoli

800 gr di dolce tenacia di Mattia Turcato

2 filetti di magra incoscienza di Jacopo Capelli

1 cucchiaio di anima di Vladi Minelli

1 tazza di orgoglio di Pierpaolo Guerra

3 litri di amore di Martina Mattioli

Sfumare con un calice di Sabrina Biagini 

e mezza bottiglia di Anacleto Lissandrin.

Servire il tutto con bolle di sapone di Erida Xhani